Garantiamo rapporti chiari e leali

Le mie pratiche vengono elaborate in modo personalizzato e senza burocrazia. Per questo mi sento tutelato al meglio da Lowell Inkasso Service.

Le CGC delle nostre succursali

CGC Austria

CGC Austria

  1. La società IS Inkasso Service GmbH prende in carico crediti incontestati e scaduti per il relativo incasso in via stragiudiziale nonché ordini per il recupero e il monitoraggio di crediti controversi. I punti elencati nelle presenti CGC valgono anche per future trasmissioni di ordini. IS Inkasso Service, senza indicarne i motivi, può rifiutare l’acquisizione o l’ulteriore elaborazione di un ordine.
  2. Il denaro pervenuto viene tempestivamente conteggiato e trasferito tramite bonifico al committente. Con i pagamenti effettuati IS Inkasso Service ha diritto a coprire per prima cosa i costi e le spese. IS Inkasso Service è autorizzata a pattuire accordi di pagamento a propria discrezione. IS Inkasso Service non si assume nessuna responsabilità per il subentro della prescrizione. Il committente informa per iscritto entro 2 settimane IS Inkasso Service circa tutti i contatti, gli accordi o i pagamenti effettuati dal debitore.
  3. Nell’esecuzione dei crediti stragiudiziale, le spese di IS Inkasso Service vengono coperte dai costi recuperati e dagli interessi di mora. Per il recupero e il monitoraggio di crediti controversi IS Inkasso Service riceve un compenso sull’esito positivo del 20 % sulla base del capitale recuperato.
  4. Il committente è obbligato a fare di tutto e a non tralasciare nulla per rendere totalmente fruttuosi i compensi dovuti a IS Inkasso Service conformemente alla Gazzetta Ufficiale della Repubblica d’Austria n. 141/1996, comma 4b- nella versione di volta in volta in vigore. In particolare al debitore non vengono concesse né prospettate riduzioni di sorta sui compensi summenzionati e, in caso di rivendicazione giudiziaria del credito, i compensi vengono rivendicati nei confronti del debitore a titolo di risarcimento danni. In caso di inadempimento di questo obbligo, il committente deve risarcire a IS Inkasso Service tutti i compensi in base al rendiconto, ciò senza considerare l’eventuale possibilità o meno di recuperare tali compensi dal debitore.
  5. Ai committenti che hanno diritto alla deduzione dell’imposta pagata a monte, l’imposta sulla cifra d’affari viene addebitata sui compensi recuperati; questa viene quindi pagata a IS Inkasso Service in occasione della successiva scadenza per la deduzione dell’imposta pagata a monte. Ciò vale come rendicontazione ai sensi dell’art. 1012 del Codice civile generale austriaco (ABGB). Oltre a ciò non sussiste nessun obbligo di rendicontazione e si rinuncia in particolare alla presentazione di ricevute di pagamento.
  6. Il committente può annullare l’ordine senza spese entro 14 giorni dal relativo conferimento. Una volta trascorso questo termine il committente deve risarcire a IS Inkasso Service i costi e le spese insorti (vedi punto 4.). Ciò succede anche se il committente pattuisce accordi direttamente con il debitore senza prima averlo concordato con IS Inkasso Service, se il credito non è legittimo/non è corretto oppure se incarica terze parti per l’escussione del credito.
  7. Qualora qualche regolamentazione delle presenti condizioni di contratto non dovesse essere valida, questa deve essere sostituita da una disposizione che si avvicini il più possibile allo scopo economico della disposizione non valida. Tutte le altre disposizioni restano in ogni caso inviolate.
  8. Eventuali accordi particolari necessitano della forma scritta.
  9. Gli atti vengono distrutti dopo la scadenza dei termini di legge prescritti per la relativa conservazione.

Vale il diritto austriaco. Il foro competente esclusivo è 4020 Linz.

CGC Germania

CGC Germania

La succursale in Germania della società IS-Forderungsmanagement GmbH, di seguito indicata come “Agenzia di recupero crediti”, in qualità di agenzia di recupero crediti abilitata per legge prende in carico ordini per la riscossione di crediti in base alle seguenti Condizioni generali di contratto, di seguito indicate come CGC:

  1. I servizi dell’agenzia di recupero crediti vengono svolti esclusivamente sulla base delle presenti CGC, salvo accordi di diverso tenore pattuiti per iscritto. Eventuali altre condizioni di contratto vengono riconosciute, con riserva di esplicito diverso accordo, soltanto se concordano con le presenti CGC.
  2. Come credito ai sensi delle presenti CGC si intendono i crediti principali e accessori in essere e presumibilmente incontestati nel merito e nell’ammontare.
  3. Il denaro pervenuto viene regolato al più presto nei confronti del committente e ad esso trasferito tramite bonifico. Il denaro pervenuto viene conteggiato dall’azienda di recupero crediti prima di tutto in base alle spese di terzi e di incasso sostenute e infine in base al credito principale. Gli interessi di mora dovuti sul credito possono essere trattenuti completamente dall’agenzia di recupero crediti a titolo di provvigione per l’esito positivo ottenuto. L’avvocato fornito tramite l’agenzia di recupero crediti è autorizzato a trasferire tramite bonifico il denaro pervenuto direttamente all’agenzia di recupero crediti la quale poi provvederà tempestivamente al conteggio, sempre tenendo in considerazione e detraendo i costi dell’avvocato, le spese di terzi e di incasso. L’avvocato viene esonerato a tale scopo anche dall’obbligo di riservatezza nei confronti dell’agenzia di recupero crediti.
  4. L’agenzia di recupero crediti è autorizzata, senza il consenso del committente, ad intraprendere tutte le misure opportune per ottenere la riscossione del credito, in particolare a stipulare a propria discrezione accordi per pagamenti rateali e dilazioni e a ricevere pagamenti del debitore. La riduzione del credito necessita invece dell’approvazione del committente.
  5. I pagamenti effettuati direttamente al committente da parte del debitore o di un terzo devono essere comunicati tempestivamente all’agenzia di recupero crediti, e comunque entro e non oltre 2 settimane. In caso di mancata comunicazione tempestiva il committente risponde per i costi addebitati dall’agenzia di recupero crediti al debitore dopo il ricevimento del pagamento nonché per gli oneri dell’avvocato e del tribunale dovuti fino a quel momento e anche per eventuali rivendicazioni di risarcimento danni del debitore nei confronti dell’agenzia di recupero crediti.
  6. La classificazione del debitore come insolvente oppure la classificazione del credito come inesigibile è a discrezione dell’agenzia di recupero crediti o dell’avvocato procurato. Non appena l’agenzia di recupero crediti o l’avvocato classifica il credito come inesigibile, l’agenzia di recupero crediti o l’avvocato sono autorizzati a concludere e conteggiare la riscossione. Per il resto l’agenzia di recupero crediti è autorizzata a disdire in qualsiasi momento l’ordine per il recupero dei crediti.
  7. In caso di pagamento rateale ovvero parziale del debitore all’agenzia di recupero crediti o al committente e successiva inesigibilità in ragione del trasferimento del debitore in un luogo ignoto, in caso di mancanza di un foro competente in Germania o in caso di insolvenza, al committente vengono fatturate proporzionalmente soltanto le spese di incasso richieste dal debitore unitamente alla provvigione per l’esito positivo ottenuto conformemente al punto 3.
  8. In caso di inesigibilità completa di un credito in ragione di insolvenza e per il trasferimento del debitore in un luogo ignoto o al di fuori del territorio della Germania oppure in caso di mancanza di un foro competente del debitore in Germania, al committente vengono addebitati soltanto oneri forfettari conformemente al seguente elenco dei compensi:
    • Crediti fino a € 50,00 -- € 5,00
    • Crediti da € 51,00 a € 250,00 -- € 10,00
    • Crediti da € 251,00 a € 500,00 -- € 17,50
    • Crediti oltre € 500,00 -- € 25,00
  9. Le spese dell’avvocato procurato dall’agenzia di recupero crediti in caso di inesigibilità del credito conformemente al punto 8 vengono assunte dall’agenzia di recupero crediti fino ad un importo pari a € 40,-. Eventuali spese in contanti (ad esempio spese di informazione, spese giudiziarie e di esecuzione quali gli oneri del tribunale, le spese per l’ufficiale giudiziario, ecc.) sono a carico del committente. Tutti i prezzi e i costi summenzionati si intendono al netto dell’IVA di legge. Questa forfetizzazione e l’obbligo di assunzione delle spese dell’avvocato non valgono se per l’esecuzione del credito si rende necessario un procedimento contenzioso oppure il committente incarica un avvocato non procurato dall’agenzia di recupero crediti.
  10. Il committente, dopo il conferimento dell’ordine, è obbligato ad astenersi da qualsivoglia contatto con il debitore in ragione del credito da riscuotere, vale a dire che non può più intrattenere con lui nessuna corrispondenza e nessuna trattativa e nemmeno adire nuove vie legali senza aver prima ottenuto il relativo consenso da parte dell’agenzia di recupero crediti. Nella misura in cui il committente è soggetto per legge all’obbligo di riservatezza nei confronti del suo debitore (ad esempio consulenti fiscali, professioni mediche), il committente garantisce di aver ottenuto dal suo debitore il consenso a trasmettere all’agenzia di recupero crediti, a scopo di escussione, le informazioni/i dati necessari per la riscossione del credito.
  11. In caso di annullamento dell’ordine, violazione del punto 10 delle CGC, in particolare in caso di conclusione di accordi arbitrari senza il benestare dell’agenzia di recupero crediti, di cambiamento dell’avvocato procurato nel corso del procedimento, trasferimento di crediti che non possono essere eseguiti in un procedimento contenzioso nonché in caso di informazioni da parte del committente errate/incomplete in merito al credito, le quali ne comportano l’inesigibilità, l’agenzia di recupero crediti può pretendere dal committente per l’intero ammontare le spese di incasso addebitate fino a quel momento al debitore nonché le spese giudiziarie e quelle per l’avvocato insorte fino a quel momento; l’agenzia di recupero crediti si riserva inoltre il diritto a far valere ulteriori rivendicazioni di risarcimento danni. Nella misura in cui un credito può essere eseguito solo proporzionalmente in un processo giudiziario oppure in caso di transazione giudiziaria, anche le spese di incasso, compresa la provvigione per l’esito positivo ottenuto, devono essere risarcite in proporzione alla vittoria del debitore.
  12. In caso di prescrizione sopraggiunta dopo l’accettazione dell’ordine da parte dell’agenzia di recupero crediti, non ci si assume nessuna responsabilità nei confronti di committenti commerciali.
  13. Per il resto l’agenzia di recupero crediti risponde – se ammissibile ai sensi di legge – solo per dolo e negligenza grave.
  14. Per crediti prescritti prima del conferimento dell’ordine oppure crediti che erano/sono già pendenti in giudizio prima del conferimento dell’ordine o ancora per crediti assistiti da titoli esecutivi viene conteggiata al committente una provvigione del 30 % su tutto il denaro pervenuto a beneficio del committente (anche per pagamenti come da punto 5). La forfetizzazione dei compensi ai sensi del punto 8 non si applica a questi crediti. Per questi crediti il rimborso delle spese giudiziarie e per l’avvocato si basa sulle norme di legge.
  15. Il committente è obbligato a indicare un procedimento pendente in tribunale già avvenuto o ancora in essere in merito al credito. In caso di inadempimento di questo obbligo il committente risponde per le spese di incasso addebitate al debitore e per eventuali spese giudiziarie e per l’avvocato nonché per eventuali altri danni cagionati all’agenzia di recupero crediti.
  16. Nell’ambito delle leggi in materia di protezione dei dati l’agenzia di recupero crediti è autorizzata a rilevare, elaborare, utilizzare e memorizzare tutti i dati necessari ovvero risultanti. Dopo la conclusione del procedimento l’agenzia di recupero crediti ha diritto di distruggere i dati/gli atti del caso di esecuzione.
  17. Il luogo di adempimento per le forniture e i servizi dell’agenzia di recupero crediti è Monaco di Baviera. Come foro competente per qualsivoglia controversia giuridica tra i committenti commerciali e l’agenzia di recupero crediti viene pattuito Monaco di Baviera.
  18. Vale esclusivamente il diritto della Repubblica Federale Tedesca con esclusione del diritto di compravendita internazionale.
  19. Eventuali modifiche o integrazioni di questo accordo necessitano della forma scritta. È possibile rinunciare all’esigenza della forma scritta solo tramite accordo scritto.
  20. Qualora singole regolamentazioni del presente accordo dovessero violare disposizioni di legge o fossero inefficaci per altri motivi, la validità della parte restante dell’accordo resta inviolata. Al posto della regolamentazione inefficace deve subentrarne un’altra che corrisponda dal punto di vista giuridico e commerciale al contenuto della regolamentazione inefficace o gli si avvicini il più possibile.
  21. Gli atti vengono distrutti dopo la scadenza dei termini di legge prescritti per la relativa conservazione.

CGC Svizzera

CGC Svizzera

  1. L’elaborazione avviene conformemente alle direttive per il recupero crediti. L’agenzia di recupero crediti è inoltre obbligata ad elaborare i crediti rapidamente e con vigore nonché, nel rispetto delle norme di legge, a sfruttare tutte le possibilità che garantiscano un recupero rapido.
  2. Il denaro pervenuto viene tempestivamente conteggiato e trasferito tramite bonifico al committente.
  3. Il committente riceve su richiesta entro 24 ore un rapporto scritto su tutte le pratiche di recupero crediti in essere. Inoltre, almeno 3 volte all’anno, l’agenzia di recupero crediti provvede a redigere senza relativa richiesta esplicita un rapporto scritto su tutti i crediti in essere.
  4. Le spese di incasso vengono conteggiate al debitore a titolo di risarcimento danni secondo le direttive di legge in materia di compensi. Il committente non deve risarcire tali spese, nemmeno in caso di inesigibilità di un credito.
  5. Il conteggio e il bonifico del denaro recuperato a favore del committente vale come rendiconto. Oltre a tale rendiconto, per ciò che concerne le spese di incasso non sussiste nessun obbligo di rendicontazione e si rinuncia in particolare alla presentazione di ricevute di pagamento.
  6. I pagamenti effettuati dal debitore direttamente al committente nonché gli accordi che il committente pattuisce direttamente con il debitore devono essere comunicati entro 2 settimane per iscritto all’agenzia di recupero crediti. In caso di comunicazione tardiva il committente risponde per le spese insorte dopo tale termine.
  7. Per i pagamenti del debitore in ragione dell’intervento dell’agenzia di recupero crediti, come illustrato al punto 6, e successiva inesigibilità del credito residuo vengono addebitate spese di incasso soltanto in misura proporzionale.
  8. Il committente è obbligato ad accollarsi le spese di incasso insorte in caso di annullamento dell’ordine, in caso di concordati arbitrari con il debitore o in caso di inoltro del credito a terzi (ufficio d’esecuzione o altre agenzie di recupero crediti) senza il consenso dell’agenzia di recupero crediti nonché in caso di trasferimento di crediti illegittimi o inesatti.
  9. L’agenzia di recupero crediti è autorizzata a stipulare accordi di pagamento a propria discrezione. L’agenzia di recupero crediti si riserva il diritto di coprire con i pagamenti effettuati prima di tutto le spese addebitate al debitore. Eventuali danni da ritardo e interessi di mora sono a beneficio di IS Inkasso Service. L’agenzia di recupero crediti non si assume nessuna responsabilità per il subentro della prescrizione. Il committente risponde per la correttezza dei crediti trasmessi.
  10. Crediti escussi, prescritti ed eliminati: Per ordini relativi a crediti già escussi o prescritti nonché per l’ulteriore elaborazione dei crediti dichiarati inesigibili dall’agenzia di recupero crediti ed eliminati, al committente viene conteggiata una provvigione del 50% su tutto il denaro pervenuto a beneficio del committente (anche per pagamenti come illustrato al punto 6). Gli attestati di carenza di beni risultanti nel corso dell’elaborazione vengono verificati su richiesta del cliente ogni 2 o 3 anni limitatamente alla relativa esigibilità. Per la nuova elaborazione viene applicata la tariffa 50/50 (le spese sono a carico di Lowell Inkasso Service).
  11. Qualora qualche regolamentazione delle presenti condizioni di contratto non dovesse essere valida, questa deve essere sostituita da una disposizione che si avvicini il più possibile allo scopo economico della disposizione non valida
  12. Eventuali accordi particolari necessitano della forma scritta.
  13. Gli atti vengono distrutti dopo la scadenza dei termini di legge prescritti per la relativa conservazione.

Come foro competente si stabilisce il tribunale competente per 9424 Rheineck.